24 Marzo 2017

FuoriSalone 2017: DOUTDESign 2017 la quinta edizione in Zona Santambrogio

DOUTDESign 2017

L’evento principale nel quartier generale di Zona Santambrogio sarà DOUTDESIGN in Via San Vittore 49, alla sua quinta edizione. DOUTDESIGN promuove l’autoproduzione dei giovani designer italiani e stranieri, portando testimonianze di un mutamento che vede ormai i designer protagonisti di tutto il processo: ideazione, produzione, comunicazione, distribuzione e in contaminazione aperta con il mondo maker, una fusione che sta già plasmando gli oggetti intorno a noi. Raccontare questo mondo in mutamento attraverso il lavoro di giovani che inventano, sperimentano, sbagliano, creano.

DOUTDESIGN è la principale iniziativa di ZONA SANTAMBROGIO, un progetto di Re.rurban Studio. Una settimana di esposizione, di performances ed eventi musicali. Aperta ogni giorno del Fuorisalone dalle ore 11 alle 23.00, fino alle 24.00 nel weekend.


BENCHMARK - Davide Galli

Il progetto prevede una linea di prodotti per l’arredo d’esterni componibile secondo le esigenze dell’utilizzatore finale e del luogo dove essi verranno collocati, l’elemento base è  estremamente resistente ai carichi e una volta bloccato il processo di ossidazione, assume un colore ramato cangiante: l’acciaio corten.  Il verde, che sia un soffice tappeto erboso che permette a tutti di apprezzare i benefici di una morbida seduta rialzata, le piante ornamentali o la coltivazione di alimenti vegetali caratterizzano la linea Benchmark.


Benchmark è un progetto di Davide Galli.


ALCHIMIA - Ginevra Taccola

Questo progetto è nato in primis cercando una soluzione naturale alle plastiche sintetiche e in secondo luogo cercando di migliorare la resistenza della bioplastica odierna tramite una componente naturale. Facendo ricerca, la designer ha scoperto che all’interno delle bucce d’arancia, vi è una sostanza che le rende cosi dure e resistenti ed ha voluto usarla per creare un nuovo materiale. Da qui è nato OrangeBI. Esso è un materiale al 100% sostenibile poichè utilizza scarti di lavorazione industriale come le bucce d’arancia, non è tossico, non ha costi di smaltimento, è degradabile in 4 giorni e degradandosi nel terreno, grazie agli enzimi contenuti nelle bucce è anche un ottimo fertilizzante.

OrangiBI si può colare negli stampi grazie alla sua densità, vi si può stampare sopra con le stampanti digitali, prende benissimo le texture su cui è posato, si puà termoformare e tagliare a laser.


Alchimia è un progetto di Ginevra Taccola.


PRESENCE & PATIENCE - Sandra Lundberg

Presence is a light-object that encourages interaction. The light pulsates rhythmically in a soothing (blue) color, creating a harmonic atmosphere. Presence reacts to movement. When you get closer, the color of the light intensi es. This invites to a playful contact between the object and the viewer. The aim of Presence is to create fun, meaningful and even unexpected experiences for the viewer. Presence stimulates contact regardless of age, physical or mental capacity. It is intuitive and speaks directly to the senses. Presence is all about being present.


Patience is a table object in the same spirit as Presence. By touching the surface of the object with your hands, you can influence the brightness and color of the light. It is a direct and intimate way to play and interact with light. Together the two objects Presence and Patience form a dynamic duo that complements each other.


Presence and Patience sono progetti di Sandra Lundberg


ME NE LAVO - Sara Monacchi, Maria Testelli, Luca Toscano, Luca Viscardi

MeNeLavo è una famiglia di quattro saponi a forma di mattone disegnati per sensibilizzare gli italiani sul tema dell’abusivismo edilizio, riflettendo in modo sarcastico su come, a volte, “ce ne laviamo le mani”.


MeNeLavo è un progetto di Sara Monacchi, Maria Testelli, Luca Toscano e Luca Viscardi.


TABLE SWING - Tania Falco, Francesca Liquori, Maria Del Vecchio

Table Swing è un tavolo per bambini dai 3 ai 6 anni che con un semplice gesto si trasforma in dondolo. Realizzato in legno e tinte atossiche, il design curato e minimale permette al tavolo di essere montato e smontato in un paio di minuti attraverso semplici incastri. 100% sostenibile: interamente in legno, assenza di colle, viti, bulloni, facilità di trasporto, possibilità di sostituire i singoli pezzi, assemblaggio piatto. Table swing è realizzato tagliando un unico foglio di multistrato con il pantografo.


Table Swing è un progetto di Tania Falco, Francesca Liquori, Maria Del Vecchio.