23 Aprile 2017

Home Planeur: Il primo marchio nativo digitale di arredamento in Italia

L'evento Blogger ospitato da Home Planeur Lounge

Siamo stati invitati di recente alla Home Planeur Lounge, il luogo fisico di un nuovo marchio di arredamento online che sposa  la tradizione manifatturiera del mobile italiano all’esperienza utente mondo digitale, un nuovo connubio, un’innovazione che sta prendendo piede in un campo (quello dell’arredo e del design) che ha reso celebre l’Italia in tutto il mondo; e quindi vogliamo raccontarvi qui della nostra chiacchierata con uno degli ambasciatori del brand, Gabriele Trabattoni, specialista e-commerce del marchio, che ci ha raccontato la storia e la filosofia sia di Home Planeur, che dell’azienda digitale dal quale è nato: Area D., creatrice anche delle piattaforme ArredaClick, e ArredaSystem:


HomePlaneur.com – È un marchiodirect to consumer” disponibile esclusivamente sul proprio portale monomarca ed in spazi fisici “omnichannel” dedicati. HomePlaneur è un editore di arredi moderni per la casa, altamente personalizzati, realizzati in fabbriche partner in Italia.


Arredaclick.com – È un portale e-commerce multimarca che opera sul territorio europeo, unico nel proporre simultaneamente un assortimento completo per l’arredo casa e un’elevata personalizzazione delle collezioni.


ArredaSystem.com – È un modello di business multicanale per i brand di arredo, per unire l’automazione dei processi (il Web) con il servizio della distribuzione tradizionale (il Retail).


Home Planeur : Il primo monomarca italiano 100% digitale e sartoriale

CC: Raccontaci un po’ di questo nuovo marchio di arredamento online, Home Planeur, cosa lo contraddistingue?

GT: Home Planeur è una collezione di arredi moderni per la casa, altamente personalizzati e distribuiti esclusivamente online. HomePlaneur si può definire:



  • Sartoriale: come nella haute couture, gli arredi sono altamente personalizzati. Ogni cliente può configurare il prodotto secondo le proprie esigenze e renderlo così unico.

  • Digitale e comodo: un brand web native, venduto in rete e disponibile sempre e ovunque; ogni contenuto è pensato affinché l’utente possa acquistare da casa in tutta tranquillità (immagini dettagliate, informazioni esaustive, configuratore chiaro, campionari realistici)

  • Affidabile, senza tempo e accessibile: arredi dallo stile contemporaneo, liberi dalle mode, sempre attuali e durevoli nel tempo grazie all’ottimo livello di qualità dei materiali e della costruzione. Infine: una vendita senza intermediari per avere un prezzo competitivo, un flusso diretto dal produttore al consumatore.


CC: Come viene scelta la linea di prodotti e il campionario materiali disponibili sul sito Home Planeur?

GT:
Tutte le fabbriche partner e tutti i materiali devono rispettare il principio del 100% made in Italy. La fabbriche con le quali collaboriamo operano nei centri storici di produzione del mobile, ovvero la Brianza e il Triveneto. I prodotti in vendita fanno parte dei loro cataloghi, ed Home Planeur si propone di rielaborarli e personalizzarli su misura per il cliente, in modo che quest’ultimo possa godere di un progetto completo e coordinato di arredo. I progetti vengono seguiti nella fase di esecuzione dai project manager Home Planeur, che coordinano i produttori specializzati assicurandosi che tutto vada a buon fine e nei tempi prestabiliti per la consegna.


CC: Quanto contano, e quante energie richiedono le fotografie dei prodotti, e l’immagine coordinata del sito?

GT: Per un brand digitale le fotografie sono semplicemente fondamentali. Le immagini e i video di prodotto, i video della produzione in fabbrica, i render e i modelli 3D sono tutti di nostra produzione, ed hanno duplice finalità: quella emozionale e quella funzionale. A livello funzionale servono a mostrare i dettagli costruttivi, offrendo al cliente una documentazione completa ed esaustiva, nel minimo dettaglio, del pezzo di arredo, per una scelta consapevole. Sul lato emozionale invece proponiamo l’immagine di prodotto su sfondo bianco, in modo  da contrastare gli interni patinati solitamente proposti da riviste e cataloghi. Difficilmente il cliente si immedesima in ambientazioni grandiose, lontane dalla realtà della sua casa. Le fotografie realizzate su scivolo bianco con un set volutamente neutro, esaltano le potenzialità del prodotto e pongono l’accento su di esso.


CC: Per quale motivo esiste un Home Planeur Lounge vista la natura virtuale dell’impresa?

GT:Il Lounge è uno spazio fisico aperto al pubblico e basato sulla digitalizzazione del sistema di vendita. Nel Lounge il Cliente può cogliere i valori emozionali e i contenuti tecnici del Brand, può visionare i campionari delle collezioni, e può interagire con un arredatore / venditore”. Nasce in risposta all’esigenza di creare uno spazio di incontro tra il nostro brand nativo digitale e le persone interessate alla nostra collezione, qui si ha la possibilità di toccare con mano i materiali della collezione e di fornire consulenza dedicata ai clienti.


Configuratore 3D: la nuova frontiera del su misura

CC: Finora avete fatto tanta strada, quindi come prevedete di sviluppare ulteriormente il sito Home Planeur e migliorare l’esperienza utente nel prossimo futuro?

GT: il prossimo passo è l’integrazione di un configuratore 3D, il futuro della personalizzazione va diretto nelle mani degli utenti. Quando si parla di progettazione di interni il 3D è ormai imprescindibile. La stessa esperienza deve essere riproducibile sugli arredi: la personalizzazione che garantiamo deve essere portata ai massimi livelli attraverso la visualizzazione di ciò che il cliente immagina. La vendita online finora si è sempre basata sull’immaginazione: con l’integrazione del configuratore 3D la User Experience diventa ancora più agile ed appagante, il configuratore è sempre più strumento per una scelta consapevole, soluzione essenziale per superare gli sforzi di astrazione da parte dell’utente. Con il 3D l’utente compra ciò che vede.


CC: Come pianificate di affrontare questa nuova sfida digitale?

GT: grazie alla collaborazione tra Area D., DAU e attraverso la piattaforma d-next sarà possibile accedere al configuratore grafico da browser. Prima d’ora, il software era accessibile solo attraverso 3cad. Le principali sfide riguardano la ricerca del miglior compromesso tra qualità dei modelli e delle texture e velocità di caricamento del modello, rotazione, zoom-in e zoom-out.


CC: In che modo l’esperienza utente cambierà?

GT:
La prima cosa da fare è stata la rivisitazione delle schede prodotto per l’integrazione di d-next. Abbiamo individuato 4 modifiche sostanziali, atte ad agevolare la User Experience:



  • 1. Call to action “CONFIGURA” chiara ed immediatamente visibile, con spostamento della gallery fotografica al di sotto di spazio grafico e configuratore analitico

  • 2. Configuratore analitico simile all’esistente, ma disposto a lato dello spazio dedicato a immagini o configuratore grafico

  • 3. Galleria fotografica che permetta agevole passaggio tra d-next (configuratore grafico) e fotografie statiche del prodotto, con salvataggio delle personalizzazioni effettuate e visualizzazione della anteprima del prodotto personalizzato all’interno del configuratore. Libertà di modifica con un semplice click sul configuratore analitico

  • 4. Visualizzazione dell’oggetto così come è stato personalizzato anche nel carrello


CC: Avete già realizzato un esempio di quello appena descritto?

GT: Per testare il potenziale del configuratore grafico siamo partiti dai prodotti più difficili: gli imbottiti. Un ottimo campo di prova per testare la qualità delle texture, dei modelli, la componibilità, la velocità di caricamento. Obiettivo è trovare il giusto compromesso tra realismo del modello, delle texture (con tutte le tonalità di colore e le diverse trame dei rivestimenti) e velocità di caricamento di tutte le variabili. Siamo sicuri che ciò che è applicabile sui divani sarà poi perfettamente funzionante su librerie, armadi, pareti attrezzate.

Un esempio di personalizzazione estrema già realizzato è il divano Free Sofa (video). Una sfida che ci ha dato grande soddisfazione e che ci ha permesso di mettere a punto la “parametricità”, valore fondamentale per la buona riuscita del nostro configuratore grafico: l’oggetto si adatta a un valore inserito dall’utente permettendo la personalizzazione su misura. Con la sperimentazione e con continui test di questo genere, portati avanti su prodotti avanzati e decisamente complessi, arriveremo a realizzare un Visual Planner che permetterà di creare ambientazioni 100% HomePlaneur.


CC: Spiegami meglio questo concetto del Visual Planner. 

GT: Il Visual Planner avrà due grandi vantaggi: l’utente avrà a disposizione uno strumento semplice e intuitivo per la configurazione autonoma; all’interno del Lounge un arredatore HomePlaneur potrà assistere il cliente nella progettazione in diretta, poi modificabile dal cliente in qualsiasi momento, luogo e modo.


Area D. La Visione Aziendale

CC: Da chi è nata l’idea di creare Area D., e poi tutte le realtà digitali annesse?

GT: Tutto è nato dalla mente di Andrea Diotti, Fondatore e Amministratore Delegato di Area D., che fonda nel 2008,  con l’obiettivo di cambiare la distribuzione di arredamento: chiaro ed inequivocabile obiettivo è l’implementazione di progetti per la vendita online di arredi personalizzabili. Durante e dopo la laurea in Economia Aziendale all’Università Commerciale Luigi Bocconi si forma professionalmente lavorando per anni nel negozio di mobili di famiglia come Arredatore, Venditore e Responsabile della Comunicazione. Già nei primi anni del 2000 intuisce il potenziale del web ed implementa fin da subito strategie mirate inizialmente rivolte ad implementare l’efficacia del portale web dell’azienda di famiglia.

Grazie all’e-commerce ArredaClick.com, Area D. diventa in pochissimo tempo punto di riferimento per l’arredamento online, con una marcia in più: “non si tratta solo di acquistare online, si può personalizzare e contare su assistenza specializzata, proprio come da un rivenditore tradizionale”. Nel 2011 nasce ArredaSystem, modello di business multicanale che si rivolge ai brand di arredo. Con ArredaSystem la società offre ai Produttori soluzioni che integrano Web e Retail.

Il know-how acquisito negli anni viene messo a disposizione dei Produttori che vogliano sfruttare la rete per implementare le vendite e veicolare traffico altamente qualificato sulla distribuzione Retail.

Il 2014 è l’anno in cui Andrea decide di passare allo step successivo: creare il primo brand italiano di arredo nativo digitale. HomePlaneur vede la luce portando con sé una collezione di arredi moderni personalizzabili, prodotti in Italia nei centri nevralgici della manifattura del mobile d’eccellenza.